OGGI POMERIGGIO IN SPIAGGIA

OCCHI MORBIDI

UNO SCORRERE DI SANGUE GABBIANO,

GRANELLO DOPO GRANELLO

RESPIRARE IL MARE.

FULMINI ALL’ORIZZONTE

TEMPESTA INTERIORE,

NELLO  SGUARDO CURIOSO

ALLA RICERCA DI UNA QUALSIASI

MAREA.

TRAPPOLA VORTICOSA

FATTA DI VENTO RIBELLE

CHE S’INCASTRA NELLA MIA BARBA.

ANCORA UN CASTELLO DI RICORDI,

EROSO DALLE ONDE

SCHIUMOSE, VERDI SIRENE.

ATTENDO LA MIA VENERE

FORSE TRA POCO..

DA QUESTE ACQUE

ASCOLTO

MA NON E’ LA SUA VOCE

E’ IL BATTITO DEL MIO CUORE.

(Settembre 2014)